25
Dom, Ago

Kronologiae, un racconto

Typography

Ancora una volta l'impossibilità traccia strade che diventano storie, crea passato, ipoteca il futuro.
Ancora una volta spuntano i legàmi, complicazioni di struttura. E loro, i miei clienti? Assistono inermi, saltimbanchi della regolarità!
Contengo a malapena un'irritazione crescente mentre metto da parte l'ultimo racconto recapitatomi.
Rifletto sul finale e sul destino dei protagonisti, con il mio intervento se ne sarebbe potuto scrivere un altro oppure si sarebbe potuto lavorare sulle cronologie. Contenete vi prego la vostra curiosità sulle tipologie d'intervento da me eseguite e sugli esiti annunciati, vi chiedo di misurare la vostra impazienza, perché rivelare anzitempo e senza la dovuta preparazione il contenuto del mio lavoro, sarebbe insensato, e rischierei di essere frainteso.
Stipate nel mio archivio, e accomunate in modo quasi patetico, conservo le storie di persone che incontro quotidianamente: dolenti, sofferenti, impazienti. Le sfoglio, le rileggo, le ripongo. Immagini di casa. Ombre confidenti, familiari. Me ne distacco per un po' ma solo per onorare l'impegno con voi e rendere noti passi della mia storia, delle mie ricerche, delle mie scoperte, dei miei risultati.
Una scrittura di me, troppe volte rimandata o interrotta. Ma ho un motivo valido: voglio sia perfetta.
Una storia comune la mia, quasi ordinaria nella sua essenzialità. Per questo ho deciso che non comincerò dai primi anni di ricerca, né elencherò gli innumerevoli interventi che hanno restituito nuova vita ai miei clienti. Non voglio stancare il mio lettore sui presupposti di una carriera di successo, né voglio scavare nel mio passato per individuare segreti, rimossi o intrecci oscuri che hanno concorso a dare forma alle mie scelte e a decidere la mia vita di oggi. Vita per alcuni opinabile, censori nascosti ovunque, diffamatori professionisti, ma non ci faccio più caso, sono abituato a reggere il biasimo, la disapprovazione. Al contrario le vivo come prove necessarie per continuare nella mia opera. Nasco psichiatra, con studi di linguistica e comportamento. Attraverso le storie raccolte dai miei pazienti, sono sceso nei cunicoli del desiderio, della sofferenza, dell'immobilità scellerata. Ho attraversato disperazione, solitudine, terrore. Fango e melma, sabbie mobili per equilibri precari, fragili. Depressi, fobici, ossessivi, paranoici. Potenziali assassini, suicidi, potenziali stupratori, pedofili, ninfomani, narcisisti inguaribili, deviazioni di ogni tipo, di ogni livello.
Persone cui il mio lavoro ha ridato speranza, altrimenti condannate a regressioni, rimozioni, coazioni, nel migliore dei casi. O celle d'isolamento, dosaggi farmacologici, mezzi di contenzione, lobotomie in quelli peggiori.
Qual è dunque la mia professione? Ripongo ogni altra reticenza, credo si possa definire al pari di un chirurgo, ma non uno qualsiasi. Forse un chirurgo estetico. In realtà la designazione corrente è: Ritoccatore di Storie! La mia area d'interesse e di specializzazione? La struttura della memoria, i ricordi di cose, persone, accadimenti, interi capitoli, paragrafi di vita o solo sintagmi, connessioni linguistiche, possono essere da me scientificamente rimodellati, riproporzionati, liftati assecondando i criteri dell'estetica corrente o secondo le svariate richieste, anche le più inverosimili.
Oh, non inorridite di fronte a questa mia rispettabilissima professione! Se dormite sonni tranquilli, se le vostre figlie possono uscire senza timori la sera, i vostri figli partecipare incolumi a incontri sportivi, e frequentare indenni lo spogliatoio, se le vostre mogli rientrano dal lavoro sane e salve, se i vostri mariti non incorrono in crudeltà, è proprio grazie al mio incessante e silenzioso lavoro.
Un lavoro pulito, semplice. Un lavoro preciso. Sono banditi i rimpianti, le rimostranze, le ritrattazioni, la ritrosia, la rivendicazione. Con me è possibile rievocare, ricomporre, riparare, riunire, rinverdire, rivedere.
Nella mia chirurgia non c'è nulla di malvagio, di perverso, di atroce. Accolgo clienti e non do' mai una risposta sic et simpliciter. Studio la sintassi, i rapporti sintagmatici e quelli paradigmatici, valuto la morfologia, scopro connessioni, eventi, situazioni, incontri e poi mi esprimo e lo faccio attraverso una minuziosa diagnosi. Uso parafrasi per aumentare la comprensione del mio cliente e gli faccio continuamente domande per accertarmi che il percorso gli sia chiaro. Voglio che ci sia da parte sua una scelta responsabile e consapevole. Chi viene da me sa che l'intervento è per sempre e non è possibile tornare indietro o interrompere il trattamento nel bel mezzo della cura. Faccio firmare il consenso e lo deposito in una banca in Svizzera (ho già troppe seccature legali e non ne voglio aggiungere di nuove). Solo dopo aver mostrato le modalità dell'intervento, gli consegno le ultime indicazioni di carattere generale, in forma scritta: tempi, costi, con possibilità rateale, eventuali controindicazioni.
Chi si rivolge a me sa perfettamente che è necessario rispettare la procedura. Il rischio è rimanere esclusi e non accedere a nessun protocollo di cura.
I miei clienti sanno, preventivamente, che agisco in simultanea sulle storie di vita e sulla memoria personale.
Memoria implicita, semantica, memoria episodica, autobiografica, memoria visiva, uditiva, olfattiva…
Interi pezzi sono annullati o puliti e poi reintrodotti, oppure intervengo direttamente sul “pezzo” rimodellando, aumentando o diminuendo.
Tutto materiale che una volta rimosso dal “vissuto”, non produce più quella carica invadente così dannosa e rovinosa.
Punti invisibili di sutura, alcuni giorni di convalescenza et… voilà il gioco è fatto! Ma per me è tutt'altro che un gioco!

I miei clienti si dividono in decisi e incerti. Quelli decisi mi portano le loro storie, intere righe in evidenza, sottolineature precise e mi fanno richieste specifiche. Quelli incerti mi chiedono di sostituirmi a loro nella ricerca della soluzione più vantaggiosa per venir via da storie finite, da amori deludenti, da un lavoro poco piacevole, da una situazione incresciosa. Li ricevo tutti nel mio studio, nei giorni dispari dalle ore 15 alle 21. E' raccomandata la puntualità. Nei pari sono impegnato con il mio staff in sala operatoria. “E' pur sempre un intervento di microchirurgia!” ripeto ai miei clienti, per metterli di fronte a tutti i possibili inconvenienti e alle cautele che saranno adottate. A volte mi mostrano modelli: strutture di storie, poesie, immagini di vita, fotografie, pagine, parole, singole lettere. Mi chiedono un riempimento qui, una svuotatina lì. Una liposuzione del dolore, della sofferenza, delle lacrime. Una riduzione del tempo del distacco, della separazione, della lontananza. Un lifting cronologico, completo o parziale. Una sostituzione di persone, di coincidenze, d'incontri. Una correzione post trauma, post shock, post decisione presa. Una liposcultura (comprensiva di tessili e arredi) della loro casa, in città, al mare, in montagna.
Mi chiedono i prezzi. Per questo li rinvio a una seconda visita. Devo prima farmi un'idea precisa, parlare con loro, raccogliere il materiale, prenderne le misure, scattare foto, conoscere gli eventi, le date, i ricordi, le successioni. Ho necessità di redigere un'anamnesi completa. Poi devo studiare il caso, accertarmi che tutto abbia una sua congruenza, verificare le richieste e provare possibili soluzioni, considerare le diverse sensibilità e personalità. Un intervento di cronologia riduttiva parziale richiede un tempo medio di 2 - 4 ore e può essere fatto in day surgery, ad esempio. In tal caso i costi sono riferiti solo all'intervento e allo staff di sala operatoria.
Un intervento di cronologia totale richiede invece una preparazione preoperatoria, la disponibilità di uno staff al completo con un tempo medio d'intervento tra le 8 -10 ore, una permanenza di circa 6 -8 notti (comprensiva di pasti, cambio letto, medicinali e assistenza).
Prima facevo tutto da solo. Oggi ho uno staff completo tra cui 1 anestesista presente durante tutto l'intervento; 1 raccontatore di storie a catalogo; 1 coreografo ideatore di scene mobili e quinte; 1 aiuto regista; 1 montatore di scene; 1 fotografo; comparse varie e coprotagonisti. Poi ci sono la produzione, trucco e parrucco, sarti, esperti di sguardi e portamento, meteorologia e astrologia. Espongo un tariffario generico, devo farlo per legge. Riguarda i grandi interventi e il loro costo complessivo. Poi ci sono i dettagli, i particolari, le situazioni apicali, gli incontri che diventano estenuante materia di negoziazione (cosa non si farebbe per ottenere il miglior prezzo?). Ma io sorvolo e lascio che sia l'esperto di contabilità a sbrigarsela. La rateizzazione è possibile. Una società di e finanziamenti generazionali consente la restituzione del debito con comode rate, e ognuno si sceglie la formula più comoda per scomputarle. Il tutto nella riservatezza più totale. Ci tengo che i miei clienti siano soddisfatti del servizio complessivo. La discrezione e la tutela della privacy unite alla professionalità hanno fatto di me un chirurgo affermato e benvoluto.
Sì, benvoluto! Non stupitevi, voi stessi intenti a leggermi, presto o tardi, potreste richiedere i miei servigi. Benpensanti, polizia, politici, ma anche casalinghe, giardinieri, ufficiali delle poste, consiglieri comunali, professoresse, stiratrici, custodi di condomini, amministratori chiedono e sono disposti a pagare il loro prezzo per la mia consulenza.
Mettersi in contatto con me è semplice: oltre ad un efficace passaparola di affezionati clienti c'è una pagina (ahimè) fantasma sul web. Ultimamente i controlli sono aumentati ed io mi vedo costretto ad abbandonare pagine per sfuggire ai fondamentalisti della biografia che hanno messo una taglia sulla mia testa.
Solamente se interessati di seguito vi segnalo la pagina che ora compare sul web e alla quale si può comodamente accedere digitando il nome della mia associazione:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Vi segnalo che il marchio è stato registrato con regolare brevetto nel gennaio del 3016.
Grammar's Life®
Bio-grafy and plastic memory surgery
Ritocchi su misura
Vuoi saperne si più?
Clicca e ascolta la storia di chi ha già aderito con successo!
Ascolta com'è cambiata la sua vita.
Sei incuriosito? Non esitare, scrivici, ti metteremo in contatto con quanti
hanno già usato i nostri servizi.
Ti assicuriamo testimonianze autentiche.
Grazie alla Grammar's life® molte persone hanno ottenuto nuovi file di memoria
o ristrutturato i precedenti.
Da noi solo ritocchi personalizzati per aiutarti a realizzare il tuo sogno.
Non ti lasceremo solo.
Ti aiuteremo a trovare la soluzione giusta per cambiare la parte della tua vita che ti rende infelice,
che non ti piace, che non ti soddisfa.
Allora, ancora incertezze? Clicca sotto.
Visualizza il filmato di chi ha già operato cambiamenti.
Persone vere, normali, come te.
Ma che hanno scelto di sentirsi uniche.
Ricorda le nostre non sono soluzioni improvvisate.
Da noi troverai SPECIALIZZAZIONE, ORGANIZZAZIONE,
METODO, INFORMAZIONE, ASSISTENZA,
per raggiungere con successo i TUOI RISULTATI.
Grammar's life ® crea un percorso unico per te.
Assistito da uno staff di professionisti competenti e specializzati.
Hai ancora dei dubbi? Fai le tue domande, allega le tue foto, la tua vita, i tuoi ricordi.
Ti risponderemo il prima possibile.
Contattaci scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prezzi e facilitazioni
Il prezzo del servizio Grammar'sLife® è omnicomprensivo ed include 4 consulti prima del tuo intervento di ritocco estetico e plastic memory:

  • una visita specialistica approfondita con personale regolarmente iscritto all'Ordine dei Ritoccatori di Storie e Memorie (RiSMe), ed attivo a tempo pieno nella moderna chirurgia. GRATIS
  • consultazioni con l'Advisor Grammar®, la tua assistente personale dedicata per tutto il percorso!
  • una visita preoperatoria con l'anestesista per valutare il tuo stato di buona salute e personalizzare il tuo comfort operatorio
  • un'ulteriore visita pre-operatoria con il ritoccatore di storie e memorie da te scelto, prima dell'effettuazione della procedura di chirurgia.


Tutto quanto attiene all'intervento selezionato:

  • sala operatoria, strumentista e personale di sala
  • anestesista (sempre presente in sala operatoria)
  • ritoccatore memoria profonda specialista primo operatore
  • ritoccatore memoria superficiale secondo operatore
  • aiuto ritoccatore
  • farmaci, presidi e materiali sanitari per l'intervento di ritocco di memoria, di cronologie e la formulazioni di storie (parziali o totali)
  • medicazioni
  • ricoveri e degenze, qualora previsti.


Infine:

  • tutte le visite di controllo e medicazioni, per i 24 mesi successivi all'intervento


Secondo la Doxa il 70 % dei ritoccati e l'Ordine dei Ritoccatori Italiani identificano nella GRAMMAR's LIFE® l'organizzazione di specialisti cui affidarsi con fiducia per professionalità e specializzazione!

Prenota ora la tua consultazione gratuita NUMERO VERDE 800 K5Z J3S

Ti aspettiamo!

Prima che cali il silenzio su queste mie pagine, che mi auguro abbiano sciolto alcuni dubbi, voglio dar risposta a una domanda di difficile postulazione: volete, dunque, sapere cosa ne faccio delle storie in più? Di quelle che non vi piacciono? Di quelle che sostituite? Che rimpiazzate con memorie nuove di zecca? Avendo ormai chiaro che una volta espiantate, non è più possibile reimpiantarle.
Semplice, le congelo! Uso una tecnica simile a quella usata per l'ibernazione. In sala operatoria le parti rimosse vengono raffreddate con spray freddo e ghiaccio tritato. Solo in secondo tempo vengono irrorate con fluorocarbonio alla temperatura di 0°C per produrre un raffreddamento rapido e completo. Poi sono adagiate in un contenitore metallico e consegnate a un'associazione crionica: “Epistemia Genetica” (già nel 1800 l'illustre collega Jean Piaget cercava una spiegazione ai processi cognitivi umani, catalogando le fasi del loro sviluppo nell'individuo). Dicevo dell'associazione, è importante per me non perdere il filo, è questa un'associazione specializzata nella conservazione a bassissima temperatura e a lungo termine di storie di strutture umane. Anche dopo l'espianto, i pezzi di memoria costituiscono una notevole fonte d'informazione delle emozioni, delle sensazioni, dei pensieri umani, dei legàmi genetici. Vi basti pensare a quante informazioni un biografo, uno storico, un semplice amante della parola ma anche uno scrittore, un commediografo, un drammaturgo può ricavare dall'esame di storie accantonate e repertate. Di certo questa tecnica consentirà di ottenere molte più informazioni di quanto gli attuali storici della parola possano attingere da un papiro egizio conservato con una tecnica primordiale!
Dunque ritengo di poter terminare questa mia narrazione affermando (provate a smentirmi) che non esiste la morte così come la intendiamo solitamente! Potendo riportare in vita attraverso la riparazione e la rianimazione interi processi messi in ibernazione, ne assicuriamo la posterità e, in un certo senso, l'eternità! Non mi aspetto di essere ricordato come un filantropo (anche se ravvedo nella mia missione tutte le caratteristiche filantropiche), ma di certo il mio lavoro ha contribuito a rendere meno dolorose le storie delle persone e a comporne di nuove. Il che ha permesso a questo mondo di andare avanti e di generare nuovi copioni. A me di continuare i miei studi, le mie ricerche, le mie applicazioni a beneficio della mia vasta clientela. Che altro aggiungere? Direi che per ora può bastare. Ringrazio il mio lettore per la pazienza e il tempo riservatomi. So che nuovi dubbi e domande assilleranno la vostra mente rubandovi momenti di serenità. Allora non indugiate. Contattatemi al numero verde o al mio indirizzo di posta elettronica. Affrettatevi il tempo corre veloce (ma io ne ho tanto disponibile, anche per voi!)
Vostro fedele Ritoccatore di storie

Anghiari anno nobili 3042

Abbonati gratuitamente alla rivista

*dato obbligatorio